Battezziamo gli alberi – un nuovo progetto di Articoloquattro

Cosa faranno gli oltre 20 milioni di visitatori di Expo in giro per Milano? Nel loro girovagare, prima o poi troveranno ristoro passeggiando all’ interno dei parchi milanesi, tra cui i suggestivi giardini della Guastalla.

L’Associazione di Promozione Sociale Articoloquattro, pensando che anche questa possa essere una buona occasione per far conoscere Milano e il suo patrimonio, ha ideato il progetto dal titolo provvisorio “Battezziamo gli alberi” .

Il progetto prevede di catalogare le varie specie arboree dei giardini della Guastalla. Ogni specie sarà contrassegnata da un QRcode  che collegherà alla corrispondente voce di una web map, creata dall’Assessorato al Benessere, Qualità della Vita e Verde del Comune di Milano, dove sarà possibile trovare una dettagliata scheda on-line delle varietà presenti.

Inoltre, saranno apposte delle targhe ai piedi di piante e arbusti riportanti alcuni dettagli sulle specie arboree e disegni realizzati dai bambini delle scuole elementari di Milano.

Un particolare della peschiera dei Giardini della Guastalla
Un particolare della peschiera dei Giardini della Guastalla

A tale scopo, l’Associazione Articoloquattro ha avviato incontri con la scuola di metodo “Rinnovata Pizzigoni”, di via Castellino da Castello 10, l’unica scuola a Milano in cui fa parte del curriculo scolastico la materia di agraria e i bambini imparano a contatto con la natura, facendo esperienza diretta negli orti e accudendo gli animali della fattoria.

Gli studenti e i loro insegnanti, in collaborazione con Articoloquattro, catalogheranno gli alberi presenti nel parco, disegneranno le targhe del QRcode e, terminata questa prima fase del progetto, faranno da vere e proprie guide ai visitatori.

Il progetto vuole soprattutto valorizzare il forte know-how in materie del settore Parchi e Giardini del comune di Milano, valorizzando materiale editoriale da loro prodotto, mappature degli alberi già esistenti, schede fitosanitarie ed altro.

Articoloquattro il 27 gennaio scorso ha presentato questo progetto all’Assessorato al Benessere, Qualità della Vita e Verde del Comune di Milano, che ha apprezzato l’iniziativa. Insieme, stanno delineando i dettagli esecutivi del progetto, per la realizzazione del quale all’interno dell’Associazione esistono tutte le professionalità tecnico-creative per garantirne un’ottima realizzazione.

Verso i due anni di Articoloquattro

Il prossimo 30 gennaio saranno trascorsi due anni dalla costituzione di Articoloquattro che, come è noto, nacque da un’esigenza primaria di donne e uomini che, trovandosi in situazione di disagio economico dovuto al disgregamento di relazioni e alla crisi prolungata, hanno deciso di mettersi assieme per cercare soluzioni innovative. Soluzioni rivolte prima di tutto al tentativo di incrociare altre donne e altri uomini nella medesima condizione economica, sociale e psicologica.

Per prima cosa abbiamo aperto nella maggior parte dei consigli di Zona di Milano degli sportelli di ascolto con lo scopo di far venire “allo scoperto” quella grande famiglia di over quaranta/cinquanta che, pur avendo lunghi passati professionali, oggi si trovano in difficoltà. Il passo successivo è stato quello di andare oltre l’ambito dell’ascolto e rimettere in gioco molte professionalità e competenze che rischiavano di andare perse. Nasce così, il 16 maggio 2014, Rework 3.0, rete innovativa e solidale di collaborazione e valorizzazione delle competenze dei professionisti dei servizi.
L’ambizione di Articoloquattro è quella di diventare il collettore di offerte e di domande di capacità professionali. Un modello innovativo, un progetto organico che fa incontrare domanda e offerta di competenze professionali e umane.
In questo modo si concretizza l’obiettivo di Articoloquattro: creare una rete di relazioni, di esperienze e di capacità che possano contribuire alla realizzazione di un nuovo modo di lavorare e costruire il futuro.