Obiettivi

La costituzione di un’Associazione di promozione sociale (APS) secondo i dettami della Legge 383 del 7/12/2000 è una delle risposte possibili per interventi fattivi e costruttivi nell’ambito della “greyzone” che affligge decine di migliaia di persone in questo Paese.

La APS Articoloquattro nasce a Milano e si costituisce con questo obiettivo sociale seguente:

– ricerca di donne e uomini (con particolare attenzione a chi è stato estromesso dall’attività professionale dopo anni di lavoro) che si trovano in difficoltà economica, disagio psicologico e abitativo,

– ricerca di Imprese e Aziende che siano disponibili a investire sulle professionalità oggi in disagio ed emarginate,

– coinvolgimento delle Istituzioni Pubbliche a livello Comunale, Provinciale, Regionale, dello Stato ed Europeo oltre a Istituti Bancari e Organizzazioni del Commercio e dell’industria nella partecipazione al sostegno del disagio economico e abitativo, sempre e comunque in un’ottica di promozione della persona e non di mera carità, attraverso incontri, eventi, finanziamenti da Bandi e donazioni.

Svolgendo quindi un capillare lavoro di intercettazione del disagio sociale, economico, psicologico e abitativo, cercherà di raccogliere informazioni utili alla ridefinizione di una disponibilità professionale del singolo individuo, per ora in ambito cittadino.

Stesso metodo di ricerca è destinato alla capillare ricerca e intercettazione di Piccole e Medie imprese, ma anche realtà composte da piccoli artigiani e/o Studi Professionali che abbiano compreso la necessità di avvalersi di “capacità elevate” eliminando definitivamente un concetto di “apparente risparmio” cercando soluzioni meno “costose” e quindi anche meno “produttive”.

Anche questa attività per ora si riferisce all’ambito cittadino. Articoloquattro deve diventare il collettore di offerte di capacità professionali e di domande di capacità professionali. Un modello innovativo, un progetto organico con domanda e offerta di competenze professionali e umane.

Giusta retribuzione anche in funzione di un ambiente di lavoro cooperativo e valorizzante, più sicuro in termini di certezze concrete e di relazioni, un modello a somma diversa da zero dove si vince e (si perde) insieme.