Promosso da Articoloquattro nasce a Milano il Tavolo Permanente per il Lavoro

Giovedì 7 luglio alle 21 presso lo Spazio Melampo di via Tenca 7 a Milano, si è tenuto il primo incontro del Tavolo Permanente per il lavoro a Milano. Un grazie a tutti gli intervenuti, in particolare a Lillo Garlisi, editore e titolare dello spazio, che ha messo a disposizione i locali. Buona partecipazione, compatibilmente con gli altri eventi in giro e la partita Francia-Germania. Ma ciò che conta di più è che per la prima volta lavoratori autonomi e dipendenti, liberi professionisti, giornalisti, precari, piccoli imprenditori, sindacalisti ed esponenti del mondo della cultura si siedono a un tavolo e riconoscono che il problema lavoro riguarda tutti i lavoratori, senza distinzioni di categoria. Che ora basta guardare solo al proprio orto e basta farsi le scarpe. Che ora basta lamentarsi, lo abbiamo fatto per decenni e non ci ha portato a nulla. Che gli anni ’70 sono finiti e gli stereoitipi dell’autonomo evasore e del dipendente nullafacente sono solo demagogia. Il mondo è cambiato e la crisi non è affatto finita. Adesso, subito, è necessario trovare insieme soluzioni partendo dalla società civile a Milano, capitale economica d’Italia. Tanta voglia di tutti i partecipanti di intervenire, analizzare, proporre, conoscersi, capire cosa abbiamo in comune e che sinergie possono essere applicate e come strutturare le prossime riunioni di un percorso che durerà cinque anni. Sarà un bel viaggio proattivo con l’obiettivo di formulare progetti sostenibili per creare lavoro, mettendo in campo tutte le conoscenze, le professionalità e le competenze che certo non mancano in questa città. Appena pronto il filmato pubblicheremo gli interventi più significativi dei partecipanti. Questo tavolo è la dimostrazione che quando un problema esiste, non serve nascondersi ma affrontarlo insieme rimboccandosi le maniche. Ci vedremo a settembre per il secondo incontro. E auspichiamo di essere ancora di più. Perché al lavoro a Milano ci teniamo, ma vogliamo costruirlo per tutti, giovani e anziani, vero e ben pagato. Perché le opportunità ci sono. Basta coglierle e creare sinergie, trasmissione del sapere fra generazioni con competenza e professionalità.
Vorremmo che oltre a quelle emerse ieri sera, emergessero anche altre candidature che si rendano disponibili a formare, assieme all’associazione Articoloquattro, promotrice di questa iniziativa, un coordinamento di questo tavolo.
Le competenze necessarie allo sviluppo dei progetti sono:
1.    Problematiche del lavoro autonomo
2.    Problematiche del lavoro subordinato
3.    Aspetti legali
4.    Aspetti fiscali
5.    Economia
6.    Commercio
7.    Associazionismo
8.    Welfare
9.    Formazione
10.    Ricerca di sponsor, fund-raising
11.    Tutela dell’ambiente

Chi fosse interessato a partecipare al prossimo incontro o a presentare candidatura per il coordinamento prenda contatto con il presidente dell’Associazione Articoloquattro, Giulio Trevisani scrivendo a: presidente@articoloquattro.org

Stay tuned.

https://www.facebook.com/events/1723979394543061/

Questo è il mercato, bellezza!

L’appuntamento è per Martedì 12 aprile a Milano in via D’annunzio 15 – Aula Magna del Comune di Milano Settore Formazione e Lavoro dalle 17 alle 20. Tre ore di dibattito e proposte per professionisti, artigiani, commercianti. Il popolo delle partite ha pagato duramente la crisi economica che stiamo ancora vivendo. L’Sos delle partite iva è stato raccolto a Milano dall’Associazione Articoloquattro che denuncia una situazione diventata insostenibile per moltissime persone e la necessità di dare risposte immediate al disagio. Denuncia e proposte dunque, attraverso tre progetti (di cui due realizzati) che si pongono l’obiettivo di rispondere alle esigenze di rilanciare il lavoro professionale tenendo conto dei cambiamenti epocali che stiamo vivendo. Si può fare anche senza dimenticare la dimensione solidale e la possibilità di costruire reti di professionisti che accedano al mercato. I tre progetti sono:

– REWORK una rete innovativa di lavoro indipendente.

AscoltaMI, gli sportelli di primo supporto, già aperti in diversi consigli di zona,

Le cittadelle del lavoro, un progetto da sviluppare in collaborazione tra pubblico e privato per lo sviluppo turistico e delle professioni e degli artigiani sul territorio.

 

“Articoloquattro”, in concomitanza con le elezioni del Sindaco di Milano, fa appello ai candidati in campo affinché inseriscano nei loro programmi risposte a queste esigenze portando il proprio contributo di proposte. E’ una necessità fondamentale per quella fascia di popolazione che in passato ha contribuito sostanzialmente al benessere e allo sviluppo di Milano.

 

LA TAVOLA ROTONDA – I PARTECIPANTI

12 aprile 2016 17:00 – 20:00 Settore Lavoro e Formazione Via D’Annunzio, 15 Aula Magna del Comune Settore Formazione e Lavoro

Partecipano: Cristina Tajani, Assessore Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca, Giulio Trevisani, Presidente Articoloquattro, Prof. Alessandro Santoro, economista, Dr. Ernesto Carlo Maria Rimoldi, Vice Presidente ANCOT, Dr. Filippo Barberis, Consigliere Metropolitano, Dott.ssa Laura Specchio, Vice Presidente della Consulta degli Ordini, Collegi e Associazioni professionali Regione Lombardia, Dr. Luigi Pagliuca, Commercialista, Consigliere Comunale Duccio Monnini, Articoloquattro, Direttore Rework 3.0

Modera: Dario Tiengo, Direttore de www.giornalepartiteiva.it

Rework 3.0 lancia una campagna di solidarietà rivolta agli esercenti di Milano

Rework 3.0, solidale con gli esercenti di Milano in questo periodo di crisi, lancia un’iniziativa promozionale sulla comunicazione. Il particolare modello di lavoro di rete di Rework 3.0 permette alla committenza di risparmiare dal 30% al 50% sui costi di comunicazione, senza generare lavoro sottopagato. Un vantaggio reale e concreto per chi commissiona e per chi fornisce comunicazione. L’infografica mostra un semplice esempio basato su un’investimento ipotetico di 3.000 euro in materiali stampa o annunci radio che prevede ovviamente un costo di studio e realizzazione di tali materiali da parte di un’agenzia di pubblicità. Ma la rete, come un’agenzia, offre il coordinamento di tutte le professionalità necessarie a realizzarlo ad un costo infinitamente più concorrenziale. Il motivo è semplice: Rework 3.0, essendo una rete libera non applica alcun margine di profitto sui lavori dei propri professionisti. comparazione-300x218.jpg Operazioni promozionali sul quartiere, cartelli vetrina, servizi fotografici, annunci stampa e radio, organizzazione di eventi, tutto realizzato con la garanzia della massima competenza e puntualità. Lavorare con Rework 3.0 inoltre vi dà la possibilità di diventare un Cliente Etico ed usare questo marchio nella propria comunicazione. L’unico certificato che non si compra, ma si guadagna sul campo onestamente. Esercenti e professionisti, uniamo le forze per far ripartire il lavoro a Milano!